MOSES CONCAS
Harmonica // Beatboxer

BIOGRAPHY

Moses nasce in Sardegna (Italia) ad Iglesias nel 1988.
Sin da piccolo partecipa a spettacoli di teatro e dimostra spiccato interesse per la musica e l’arte.

Intraprende lo studio del pianoforte a sei anni e viene avviato a seguire la didattica più tradizionale: musica classica, teoria e solfeggio, fino a tredici anni.

Tuttavia il pianoforte non diventa il suo strumento prediletto e lo studio classico viene abbandonato per dare spazio alle sperimentazioni Hip-Hop.
Inizia dunque ad avvicinarsi al Rap e al Beatbox, scrive i primi testi in rima componendo canzoni originali spinto dal suo amore di esprimersi tramite la musica, lasciando da subito emergere uno stile personale e nuovo che prende sempre più le distanze dall’impostazione classica ricevuta.

Dai quindici anni sperimenta nuovi strumenti e nuove scelte stilistiche: suona il didgeridoo e registra le sue prime canzoni ma solo intorno ai 22 anni inizierà a prendere in considerazione l’armonica, la stessa che sua nonna gli regalò quando ancora era solo un bambino.

Da allora non smette più di sperimentare, comporre, improvvisare con diversi strumenti. Il suo percorso lo spinge naturalmente verso la scelta stilistica dell’armonica beatbox, attraverso una sorta di “pulsione necessaria e fisica di trasformare il respiro in fatto musicale”, una reale trasposizione di ritmo, sound e quotidiana espressione di sè.

E’ con questo spirito che Moses si ritrova a condividersi, sperimentarsi, mettersi artisticamente a nudo sulla strada. In Sardegna, cominciano le sue prime apparizioni all’ Open Mic di Cagliari, e inizia a suonare nelle serate della città per sperimentare il contatto con il pubblico.

La scelta di abbandonare la sua isola per raggiungere la sua fidanzata già allora residente nel Regno Unito, lo costringe a mettersi seriamente in gioco: lasciando gli studi della Facoltà di Fisica e Tecnologia del Suono.

A Londra Moses decide che il suo lavoro sarebbe stato la musica ed è qui che comincia la sua carriera di artista di strada.

Dopo aver conquistato i quartieri del West End, Moses inizia a farsi conoscere su palchi di celebri Club come il “The Box” di Soho e il “ROXX”.

Continuando a realizzare i propri obbiettivi Moses è riuscito a suscitare l’interesse dell’emittente “London Local” che gli dedicò un servizio televisivo nominandolo “uno dei buskers migliori della città”, ha inoltre destato più volte l’attenzione della stampa britannica che ha scritto di lui sul “The Daily Mail” e sul “London’s Evening Standard”.

Il suo primo lavoro “I Wanna Breathe” (2014) viene auto-prodotto nel suo appartamento, ogni singolo CD viene masterizzato, stampato e prodotto in casa per poi essere venduto per le strade della città ed è tutt’ora un disco rarissimo e quasi introvabile.

Il secondo album a distanza di un anno chiamato “Cannonau”(2015) riscuote grande successo per le strade, che vede Moses migliorarsi come produttore indipendente della sua stessa musica.

Nel 2016 pubblica il suo primo mini album ufficiale “Cannonau Spirits”, un EP in vendita solo sui Digital Stores che contiene 5 brani e si ispira alla vita di strada: è un viaggio tra il Tango e l’Hip Hop con sonorità che abbracciano anche la musica Reggae e tradizionale.

Una volta conquistata Londra, Moses inizia a viaggiare per i cosiddetti Busker Festival Europei (festival per artisti di strada) riscuotendo particolare successo al Ferrara Buskers Festival che gli aprirà il sipario nella scena artistica italiana, all’epoca non ancora totalmente esplorata.

Ma è proprio in Italia che Moses si fa conoscere nel modo più virale possibile.
Coinvolto inizialmente a sua insaputa a partecipare ai provini di Italia’s Got Talent (iscritto da un amico di famiglia), si ritrova a Maggio 2016 vincitore della settima edizione del programma.

Dopo la vittoria e oltre 200 concerti in un anno, Moses torna a Londra per continuare il suo lavoro di artista, e per sviluppare maggiormente le sue doti di improvvisazione e studio dell’armonica beatbox. La musica come colonna sonora alla quotidianità della città che vive, continua ad essere infatti la sua più grande ricerca sperimentale per raggiungere un pubblico sempre più eterogeneo e vasto.

Grazie alla visibilità avuta in questi anni di duro lavoro Moses ha avuto la possibilità di suonare in tantissime città e paesi del mondo, tra cui Dubai, Las Vegas, Porto r

Rico, Bulgaria, Croatia, Egitto, Germania ed è sempre attivo in Italia dove partecipa a numerosi festival e concerti.

Nel 2017 Moses e la sua armonica sono arrivati anche al cinema, nel film “Moglie e Marito” regia di Simone Godano, con Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak; e in altro grande successo chiamato “Il Permesso” di Claudio Amendola.

Oggi Moses ha coronato uno dei suoi grandi sogni e creato la Moses Productions(2016), la sua personale etichetta discografica e compagnia di intrattenimento artistico e insieme ai suoi collaboratori continua a portare la musica in giro per il mondo.

Il suo ultimo lavoro “Natural Moses” è stato infatti prodotto tramite la Moses Productions e si può acquistare online e in copia fisica tramite ordine. Questo nuovo EP è un ringraziamento ai suoi seguaci e sostenitori e raccoglie quindi i brani più noti dell’artista insieme ad alcuni pezzi nuovi che abbracciano uno stile in continua evoluzione e con sempre più strumentazioni coinvolte.

Tra i più conosciuti troviamo il nuovo singolo “Radio San Juan” uscito il 1 Giugno 2017 in collaborazione con le cantanti Veronica Haro Diaz e Silvia Piras e il produttore Dario Colaiuda (Dazkol). Il video interamente realizzato dalla Moses Productions in Porto Rico nella capitale San Juan, ha oggi più di 500’000 visualizzazioni e si può acquistare online in copia fisica e digitale.

Il suo grande progetto artistico chiamato “Human Revolution” continua a prendere forma da anni in parallelo, con la realizzazione di un Tour Europeo per diffondere uno spettacolo Musicale dall’impronta teatrale, in collaborazione con tanti artisti e amici che lo accompagnano da anni in nome della musica e della realizzazione personale e artistica. Per Moses la musica è lo strumento perfetto per divulgare un messaggio di felicità e speranza, il messaggio che tutti possono realizzare i propri sogni semplicemente credendo fortemente in se stessi.

“Ricercare la felicità dentro se stessi e inseguire con fermezza i propri obbiettivi”.

moses-concas-footer-logo
contact
@mosesconcas.com

Follow Us On

©2016 All rights reserved. Moses Concas by Grapichopen